• Specchio di Venere
  • Chiesa di San Vincenzo
  • Mare
  • Dammuso
  • Tramonto
  • Fiore di cappero
  • Uva
  • Corbezzolo

L'isola di Pantelleria

Pantelleria è un'isola di origine vulcanica e da questo deriva il suo secondo nome di "Perla nera del Mediterraneo". Situata nella parte sud-ovest della Sicilia a poca distanza dalla costa tunisina, è un luogo lontano dallo stress quotidiano e dove la natura e il mare si uniscono rendendola unica da un punto di vista paesagistico.

La più grande delle isole Siciliane, fu oggetto di invasione araba nell'ottavo secolo A.D. e deriva il suo nome dall'Arabo "Bint-al Rion" che vuole dire "Figlia del vento".

Pantelleria è constantemente toccata dai venti di Scirocco o di Maestrale il che le conferisce una temperatura mai troppo afosa e difficilmente superiore ai 30 gradi. L'isola è di natura rocciosa con scogliere alte fino a 300 metri, grotte e baie naturali che caratterizzano ogni lato dell'isola. Il mare è accessibile attraverso alcune discese naturali come: Balata dei Turchi, Cala Tramontana, Cala Levante e Sataria. Al tempo stesso, per poter godere in pieno le bellezze dell'isola, l'ideale è fare un giro in barca o in gommone partendo dai porti di Pantelleria o Scauri.

Pantelleria è un'isola agricola e produce alcuni vini tipici a base di Zibbibo, uva caratteristica dell'isola. Il "Passito di Pantelleria" è un vino dolce, conosciuto ed apprezzato in tutto il mondo per il suo sapore unico ed è l'ideale per terminare una cena a base di pesce o cous cous sull'isola. Al centro dell'isola, si trova Montagna Grande, un parco nazionale da cui si possono apprezzare alcune delle vedute più belle dell'isola. Nella parte Nord-Est, si trova il "Lago di Venere", uno specchio d'acqua di origine vulcanica in cui è possibile usufruire di cure termali a base di fanghi. Il nome del lago deriva dalla legenda secondo cui Venere decise di specchiarsi su questo lago per paragonare la sua bellezza a quella di Psiche, la sua concorrente.

L'interno dell'isola è caratterizzato dale vigne, da roccie nere di origine vulcanica e dalla presenza dei "Dammusi", costruzioni rurali a base di pietra e dalla forma inconfondibile di origine araba. Negli ultimi decenni, la gran parte di queste costruzioni rurali sono state rinnovate dando origine ad alcune delle più belle abitazioni dell'isola. Tipicamente, ogni dammuso presenta accanto una struttura di forma circolare "Il giardino arabo" in cui i contadini coltivavano gli alberi da frutto per ripararli dal vento.

La cucina tipica di Pantelleria è un misto tra la cucina Africana/Araba e la cucina siciliana. Alcuni piatti tipici sono: lo Sciakisciuka, un piccante bollito a base di gamberi e verdure, i capperi e il coniglio.

Pantelleria è un'isola che offre relax, pace e un ambiente naturale unico che si può godere da Aprile a Ottobre grazie alla sua temperatura mite.